Friggitrice classica o moderna?

Ci sono una miriade di modelli diversi, dotati delle funzioni più disparate, e con caratteristiche dissimili: trovare la giusta friggitrice può sembrare un’impresa molto ardua. Tuttavia, se procediamo alla scelta con criterio e metodo e ci informiamo al meglio sul prodotto (su siti specifici come top3elettrodomestici.it per esempio), siamo già a metà dell’opera.

Se vogliamo distinguere le friggitrici in almeno due grandi aree, possiamo farlo raggruppandole in classiche o moderne.  

Le friggitrici classiche hanno una forma molto riconoscibile e iconica a parallelepipedo. Sono dotate di almeno una vaschetta (ma solitamente sono due) dove andrà inserito l’olio o il grasso con cui poi dovremo friggere. Hanno poi un cestello (o due, a seconda del numero delle vaschette) dove metteremo il cibo che desideriamo friggere. Questi cestelli hanno un’estrazione verticale, ossia per scolare il cibo cotto dovremo sollevarlo il verticale rispetto alla base della friggitrice. Tali modelli sono i più diffusi, rendono bene e hanno un funzionamento elementare (sono quindi alla portata di tutti). In alcuni casi possono avere un filtro anti odore, o un coperchio per evitare che l’olio bollente schizzi tutto intorno, soprattutto se la friggitrice è destinata a un uso domestico.

Le friggitrici più moderne hanno delle strutture e delle funzioni all’avanguardia. Con l’avanzare delle tecnologie sono stati sviluppati dei modelli esteticamente di gran gusto, in grado di offrire prestazioni impeccabili, ma spesso peccano per capienza rispetto alla prima tipologia. Spesso questo tipo di friggitrici ha un cestello obliquo che, ruotando, fa sì che il cibo cuocia in maniera compatta e omogenea. Quelle di ultima generazione sono friggitrici veramente funzionali. Oltre a una grande scelta di optional o programmi tra cui scegliere, spesso ci è possibile anche determinare il metodo di cottura. È il caso delle friggitrici ad aria per esempio, che ci consentono di cuocere – o meglio friggere – sfruttano il calore dell’aria. In questo modo non dovremo aggiungere ulteriori grassi alle nostre preparazioni, come olio o burro, e ciò si traduce in una cucina più leggera, ricette light e senza grassi saturi, e più in generale in una corretta e sana alimentazione: nutriente, che rispetta le proprietà dei cibi, e soprattutto gustosa. 

About the Author